|  Home  |  Lo Specialista  |  Il Papilloma Virus  |  La Cura  |  La Prevenzione  |  Da Sapere |  News  |
LA PREVENZIONE

LA PREVENZIONE     
Come si previene?

Oltre ad un’indubbia predisposizione genetica (non prevenibile), tutto ciò che sopprime le difese immunitarie può portare alla comparsa di un’infezione da papillomavirus o ad un peggioramento del grado delle lesioni.


Pertanto rimedi quali:

  • smettere di fumare

  • fare esercizio fisico

  • evitare droghe ed alcool

  • limitare lo stress

  • mangiare sano

  • fare sesso sicuro

contribuendo certamente ad aumentare le proprie difese immunitarie, possono interferire in varia misura con l’evoluzione della mallattia, oltre ad essere validi anche per moltissime altre condizioni morbose.

È ormai dimostrato che il fumo di sigaretta, interferendo con il sistema immunitario, può permettere al virus di instaurare un’infezione e di mantenerla. Il fumo non causa il cancro del collo dell’utero, ma può aumentare il rischio di far progredire le lesioni associate al papillomavirus (in quanto responsabile di un danneggiamento delle cellule e della loro mancata eliminazione). Il fumo è pieno di molti veleni che causano cancro: i livelli di nicotina nel muco cervicale sono più elevati di quelli nel sangue. Smettere di fumare può aiutare l’organismo a controllare un’infezione da papillomavirus.

Droghe e alcool possono sopprimere le difese immunitarie.

Una dieta povera di grassi e ricca di vitamine è sicuramente consigliabile, anche per la prevenzione di molte altre malattie.

Lo stress può esaurire il sistema immunitario. Nella vita di oggi questo fattore è di difficile controllo, ma ogni sforzo deve essere intrapreso per cercare di limitarlo per quanto possibile.

Il numero di partners sessuali avuti nella vita ed il numero di partners avuti dal proprio compagno, aumentano il rischio di sviluppare il cancro del collo dell’utero.

Il preservativo non protegge al 100% ma limita la possibilità di esporsi all’infezione (non solo del papillomavirus , ma anche di tutte le malattie a trasmissione sessuale, compreso ovviamente il virus dell’AIDS).

Il virus è scarsamente resistente al di fuori del corpo umano e quindi non serve adottare particolari provvedimenti per la biancheria intima, oltre a quelli della normale igiene quotidiana.

Combattere il virus ad ogni costo è meno efficace che controllarne l’evoluzione: il modo più sicuro per prevenire eventuali tumori associati alla presenza del papillomavirus nei soggetti predisposti è quello di eseguire regolarmente il Pap test e la colposcopia (con scadenze dipendenti dal tipo di lesione diagnosticata).

Non esistono particolari rischi ai fini di programmare una gravidanza nelle donne affette da questa infezione, se gli esami di cui sopra sono rassicuranti.

Lesione virale


Microcondilomi vulvari



 
Studio: via G. De Castilla, 8 - 20124 - Milano - Tel. 02.66.82.36.14 - Mob. 338.72.57.560
Istituti Clinici di Perfezionamento: Clinica "Mangiagalli" - via Commenda, 12 - Milano - E-mail: carlo.liverani@unimi.it
Created by MVAdmakers